• Escursioni e invettiva

    Il fine settimana scorso sono stato a camminare nel comprensorio dei monti Palazza, Costaccia e Mu sopra Vezzolacca, scoprendo l’ennesimo splendido luogo della nostra provincia così poco conosciuta. Borghi ben tenuti con ancora visibili testimonianze del nostro recente passato legato alla terra e ai suoi frutti (anche se facciamo di tutto per misconoscerlo). Salendo sulle

    Leggi tutto

  • Oasi De Pinedo un’escursione sul Po

    Prima dell’arrivo del gran caldo, vi invitiamo a fare un tuffo nel passato sulle rive del Grande Fiume. A meno di dieci Km dal centro di Piacenza, nell’Oasi De Pinedo potrete passeggiare in ambienti straordinari e, nonostante la brevità dell’escursione 2 h circa, godere di siepi ricche di splendidi alberi centenari e saliceti imponenti e

    Leggi tutto

  • Due splendide escursioni sulle prime colline della Val Tidone

    E’ arrivata primavera, sembra. Vi proponiamo due escursioni nella valle. Gli ambienti che si attraversano sono incantevoli, un tuffo nella cultura e nella natura dei nostri luoghi fatto lentamente, a piedi, per poter meglio assaporare la bellezza che ci circonda e dedicargli tutto il tempo che occorre.

    Si passerà fra borghi incantevoli più noti: Montalbo,

    Leggi tutto

  • Siamo così diversi?

     

     

  • Autunno e i suoi frutti

    E’ stagione di funghi e castagne, quest’anno con l’amico Luigi siamo stati negli splendidi boschi di Pietranera, piccolo villaggio montano sopra Rovegno. Siamo nella Liguria meno conosciuta ma altrettanto bella e affascinante, quella delle valli e delle montagne, scrigni preziosi di tradizioni e paesaggi arcaici. Ritorniamo con i frutti di questa stagione e qualche foto.

    Leggi tutto

Oasi De Pinedo un’escursione sul Po

Prima dell’arrivo del gran caldo, vi invitiamo a fare un tuffo nel passato sulle rive del Grande Fiume. A meno di dieci Km dal centro di Piacenza, nell’Oasi De Pinedo potrete passeggiare in ambienti straordinari e, nonostante la brevità dell’escursione 2 h circa, godere di siepi ricche di splendidi alberi centenari e saliceti imponenti e come unici compagni i richiami dei numerosi uccelli acquatici che qui vengono a nidificare: garzette.nitticore,aironi rossi, cormorani, sgarze, svassi e i predatori come falchi di palude, falchi pescatori, poiane, nibbi bruni, e poi germani, folaghe, strolaghe, mestoloni, fischioni, gruccioni, picchi, usignoli di fiume, averle, rigogoli, upupe, succiacapre e porciglioni.

Il territorio dell’oasi appartiene al coprensorio della centrale nucleare di Caorso, ormai chiusa. Questa zona è rimasta immune da interventi di antropizzazione quali colure intensive e modificazione dell’habitat e ciò ha consentito la conservazione di parecchie zone umide, dove sono vietate la caccia e la pesca, rendendo di conseguenza possibile un così vasto e ricco popolamento di volatili.

Consiglio vivamente questa escursione per avere un’idea di quello che doveva essere il nostro bistrattato fiume prima che l’uomo ne modificasse gli equilibri e l’aspetto deteriorandoli.pinedo 001pinedo 004pinedo 009pinedo 010pinedo 011pinedo 012pinedo 014pinedo 021pinedo 023pinedo 024pinedo 025pinedo 026pinedo 027